… di Marzia

Posted on febbraio 26, 2013 di

0


Monti innevati

Mio dolce, mio amato.

 

Quanto tempo è passato dai giorni lieti nei quali il futuro sembrava immenso, quasi infinito. Quanti avvenimenti dal tempo in cui, con emozione celata ci affacciavamo al mondo, con la timidezza e la speranza dei bambini che entrano, in punta di piedi in un luogo che nasconde i loro sogni. Sogni che si nascondono per farsi trovare, per farsi scoprire.

Abbiamo passato anni di tormenti, passioni, amori, lacrime e speranze. Ma anche anni in cui abbiamo costruito ciò che siamo ed immaginato con sempre maggiore consapevolezza ciò che avremmo voluto essere.

Ora, d’improvviso, le nostre strade si sono incrociate e come due sconosciuti che vanno dritto verso un futuro sfocato ci siamo incontrati e ci siamo riconosciuti. Ci sono istanti in cui ci perdiamo l’uno negli occhi dell’altro e notti in cui i nostri abbracci uniscono i nostri corpi e le nostre anime in un dolce cullare che non si esaurisce se non dopo ore dal nostro risveglio.

Oggi, rispetto ad allora, abbiamo la consapevolezza di dove vogliamo andare, insieme, mano nella mano. Siamo consapevoli che ci saranno, ancora, tempi difficili che ci metteranno alla prova, che metteranno alla prova quello che gli umani chiamano amore. Ma io dico, se è amore vero non dovrà essere provato, non potrà essere smentito dall’umana ragione ma potrà solamente essere vissuto, in ogni sua sfumatura, in ogni sua luce ed in ogni sua ombra, nel continuo, infinito, mutante altalenarsi del giorno e della notte, delle stagioni, degli anni, dei nostri respiri e dei nostri baci.

Ed allora non ci sarebbe promessa più vera se non quella di voler condividere con te il mio futuro nel rispetto e nella sincerità di ciò che siamo.

 

Marzia

 

Posted in: #loveingofreria