Gofri stracchino, zucchine e prosciutto cotto

Posted on settembre 25, 2012 di

0


20121118-093002.jpg

Gofri stracchino, zucchine e prosciutto cotto é uno di quei clienti con le idee chiare, il suo gofri lo vuole nel sacchetto perché mangiarlo per strada lo scoccia, la prima volta che me l’ha detto ho pensato che fosse un cliente iper-igienico, uno di quelli che si deve lavare le mani prima di mangiare, che non vuole sporcarsi per mangiare e quindi lo fa seduto comodamente al tavolo. É venuto una seconda o terza volta ma le cose che ricordavo di lui erano sempre le stesse che noto e ricordo dei nostri clienti, farcitura, abitudini e rituali nel mangiare il gofri. Lui viene, prende il suo gofri con carne-formaggio e verdure e lo porta via, poi una volta succede che entra, in negozio non c’é nessuno e lui mi fissa, probabilmente in modo involontario…
era da una vita che non mi succedeva più di associare uno sguardo ad un’adrenalina così piacevole, tre minuti di cottura di un gofri nei quali mi sono sentita trasportata oltre la mia postazione, insomma una cosa figa.
E così é iniziato un gioco all’identikit, uno sguardo ripercorso nei racconti fatti agli amici, di questo sconosciuto che nessuno ricorda di aver mai visto, che nessuno riconosceva nelle mie descrizioni.
Tanto per dirne una é stato l’apprendista trombettista della via, ma il suono arrivava dalla parte opposta da dove arrivavalui, ha fatto lavori diversi… Ed io intanto continuavo ad essere l’unica testimone del suo passaggio tant’è che stava diventando la mia visione…
E poi un giorno tutti si sono ricordati chi lui fosse, il lavoro che faceva, le sue abitudini ed il gioco della ricerca e il desiderio di rivederlo che mi dava l’adrenalina sono finiti.
La vita è fatta di momenti speciali come quello dello sguardo involontario durato tre minuti, momenti dei quali non dovremmo essere ingordi, goderceli per quello che sono… Se pero’ ogni tanto a stracchino, zucchine e prosciutto cotto venisse comodo restituirmi quei 3 minuti…

20120925-230111.jpg